64K Ram – 64 kilobytes che sconvolsero l’informatica

di Gabriele Falco

Le esclusive immagini contenute in “64K Ram” raccontano gli oltre trent’anni di storia del commodore 64. Un computer capace di far entrare l’informatica nelle case di milioni di persone e divenuto oggi il cuore dell’intera scena dedicata al retrocomputing. Grazie a una raffinata elaborazione grafica tridimensionale rivedrete il leggendario Commodore 64 come se questi trent’anni non fossero mai trascorsi: le origini, il software, i videogiochi; un compendio illustrato del vostro indimenticabile compagno d’infanzia nonché formidabile macchina da gioco e indispensabile strumento di lavoro. 

“La volontà di annichilire la concorrenza e il successo del VIC-20 spinsero commodore a dare carta bianca ai propri ingegneri per la progettazione di alcuni chip dalle caratteristiche straordinarie. L’idea era di inserire nell’architettura hardware di quella che in principio avrebbe dovuto essere una potente console per videogiochi, poi maturata in un nuovo home computer, dei coprocessori fondamentali per il segmento di mercato che l’azienda intendeva dominare, ciò allo scopo di garantire delle capacità sonore evolute, un’accelerazione hardware dedicata alle routine grafiche necessarie agli sviluppatori di videogames, ma soprattutto una quantità di ram pari a 64 kilobytes, il massimo indirizzabile dalla CPU MOS 6510. Sessantaquattro kilobytes erano all’epoca una dotazione di ram molto elevata per dei computer general purpose, non professionali, il cui prezzo doveva restare alla portata delle normali famiglie secondo la celebre visione di Tramiel: “computer per le masse, non per le classi”. La riuscita di tale prodigio dipese principalmente da due fattori: il possesso da parte di commodore della Mos Tecnology (la cosiddetta integrazione verticale) che consentì di abbattere i costi di produzione; e la lungimirante consapevolezza che il prezzo della ram sarebbe inevitabilmente crollato a causa della maggiore produzione, nonché rapida evoluzione, di un mercato che a quel punto dimostrava potenzialità inimmaginabili fino a qualche anno prima. Tutti desideravano un computer a casa propria.”

Maggiori informazioni
Acquista eBook (pdf)
Acquista cartaceo

Acquista su lulu.com in piena sicurezza con paypal e carte prepagate (si consiglia di controllare l’eventuale presenza di sconti e promozioni sulla home page di lulu.com)

Pagina facebook dedicata al retrocomputing

Commodore 64 e Amiga